You are currently viewing IL MANAGER CAMBIA PELLE: ora è anche motivatore
Teamwork Communication Feedback Goal Success

IL MANAGER CAMBIA PELLE: ora è anche motivatore

Secondo un recente articolo di R. Querzè (Corriere della Sera 22 settembre), il ruolo del dirigente si sta fortemente modificando sulla spinta dei nuovi modi di lavorare imposti dalla pandemia.

“Lo smart working sta dividendo in due il mondo del lavoro: pro e contro. In realtà il lavoro agile non è né buono né cattivo, dipende da come lo si applica e con quali obiettivi. Prendiamo un aspetto preciso e ben delimitato: il ruolo di dirigenti. I fautori dello smart working come motore di innovazione organizzativa spiegano da anni che i manager devono abituarsi a cambiare stile e «modalità di leadership».

In pratica, in presenza i dirigenti dovevano esercitare una funzione di «comando e controllo»: ti dico cosa fare e controllo che tu lo faccia. Mentre con il lavoro a distanza una fetta di potere gestionale viene di fatto distribuita ai dipendenti stessi, sempre più liberi di organizzarsi come ritengono in funzione degli obiettivi.

E così il manager cambia pelle: più che comandare e controllare deve organizzare e motivare. Non è un passaggio da poco. E infatti molte organizzazioni non lo fanno. Le persone lavorano sì da casa, ma con il vecchio modello dei manager che comandano e controllano. Con la pandemia, poi, si sperimenta sempre più spesso un paradosso: l’utilizzo dello smart working per estremizzare il modello del «comando e controllo».”

Come migliorare il benessere dell’intera organizzazione? Ai Manager sono richieste nuove abilità, per gestire il team anche a distanza, in totale fiducia, evitando stress e inefficienze. come? il Coaching è la soluzione .Chiedi approfondimenti e scopri le nostre proposte in tema di Business Coaching. scrivi a info@beccaria.ch